La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, Liceo Statale Domenico Berti utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:

  • cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie);
  • cookie di tipo statistico (performance cookie).

che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare all'indirizzo https://www.privacylab.it/informativa.php?17943403762 sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su "ACCETTA" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.

 

Si comunica che in data 10 marzo u.s. la scuola ha inviato all’Agenzia Malanubi richiesta di recesso e di rimborso delle somme versate per il soggiorno linguistico a Canterbury, annullato a causa dell’emergenza epidemiologica.
In data 12 marzo l’agenzia ha risposto con questo messaggio:
Spett.le Istituto, prendiamo nota della vostra richiesta di rimborso e vi risponderemo quanto prima. Vi chiediamo gentilmente di avere pazienza perché stiamo gestendo delle emergenze in continua evoluzione e dobbiamo ancora ricevere inoltre le disposizioni ufficiali e definitive in merito alle modalità inerenti rimborsi dei viaggi cancellati.
L’agenzia, contattata telefonicamente dalla scuola, in data 2 aprile, ha comunicato che al momento l’agenzia è chiusa, che invierà un comunicato nei prossimi giorni e che, comunque, il rimborso alle famiglie sarà pressoché integrale.
Appena si riceveranno notizie, sarà nostra cura avvisare gli interessati.
In data 6 aprile l’Agenzia ha inviato la seguente comunicazione:

Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico
Buongiorno,
in queste settimane stiamo gestendo con molta cura ed attenzione le richieste provenienti dai vari istituti scolastici, tra cui il vostro. Facciamo presente che il Governo è intervenuto con molti provvedimenti normativi volti a regolare la sospensione dei viaggi d’istruzione. La gestione eccezionale e non prevedibile dell’attuale situazione epidemiologica ha infatti comportato l’emanazione di più provvedimenti, succedutisi nel tempo e che, di volta in volta, hanno introdotto disposizioni ulteriori volte a derogare, superare o ampliare l’ambito applicativo delle misure già predisposte.
Da ultimo, i DPCM del 1 marzo, 4 marzo e 8 marzo hanno esteso a tutto il territorio nazionale la sospensione dei viaggi d‘istruzione. Il DPCM 8 marzo prevede che tale sospensione riguardi i viaggi sino al 3 aprile 2020.
Il Decreto-legge 9 del 2 marzo ha poi stabilito ulteriori misure applicabili ai viaggi d’istruzione.
In particolare, l’art. 28 prevede che, per i viaggi da eseguirsi nel periodo di sospensione, l’organizzatore possa emettere un voucher di pari importo al rimborso spettante, da utilizzarsi entro un anno dalla sua emissione.
La facoltà di emettere un voucher oppure di rimborsare oppure di offrire un pacchetto sostitutivo è esclusivamente dell’organizzatore e non dell’istituto scolastico.
In definitiva, per tutto il periodo di sospensione dei viaggi d’istruzione le amministrazioni scolastiche possono esercitare il diritto di recesso previsto dall’art. 41 comma 4 del codice del turismo e l’agenzia organizzatrice potrà proporre un voucher con validità 12 mesi.
Siamo consapevoli che tale norma, che deroga al codice del turismo stia causando difficoltà di gestione ed utilizzo del buono e auspichiamo degli interventi normativi ad hoc.
D’altro canto, evidenziamo che stiamo riscontrando grandi difficoltà nell’ottenere, a nostra volta, rimborsi o voucher dai vettori e dai singoli fornitori degli altri servizi inclusi nel pacchetto. L’articolo 28 si applica infatti anche ai vettori e siamo in attesa di un riscontro da parte loro per comprendere che tipo di voucher emetteranno.
Vi chiediamo infine di considerare che stiamo gestendo una situazione senza precedenti, in una situazione di emergenza, in continuo divenire e con pesantissime conseguenze sull’intero settore turistico. Al contempo desideriamo però tranquillizzarvi che è nostro impegno procedere ai sensi di legge, riconoscendovi il voucher per gli importi a voi spettanti.
Siamo pronti ad emettere voucher pari all'importo versato di 27.500 euro (14.500+13.000) utilizzabile nei prossimi 12 mesi; se ci fosse qualche caso particolare di studente che desidera segnalarci per un rimborso diverso (salvi che siano delle eccezioni) siamo flessibili nel valutare i singoli casi.

 Docente referente: Prof.ssa Maria Chiara Serreli